Adotta un albero

Il progetto “ADOTTA UN ALBERO: UNO PER TE…UNO PER TUTTI” ha preso vita oggi nel primo comune aderente, il Comune di Spresiano.

Da lunedì, sarà on-line il sito dedicato:
https://www.adottaunalberoper.it

quando si crede fermamente in qualcosa e si lavora alacremente per realizzarla e disseminarla…
bastano momenti come questi, alcuni qui immortalati, per far scivolare via per qualche istante l’enorme stanchezza e le preoccupazioni riguardanti l’attuale crisi climatica, provocata dall’interferenza dell’uomo nei confronti della natura…
È fondamentale continuare a proporre azioni concrete, coinvolgendo soprattutto le generazioni che più pagheranno le conseguenze del nostro attuale stile di vita malato e dannoso… ritrovare quel rispetto con l’ambiente e la natura, fondamentale per la vita umana.

Grazie a chi c’è stato, grazie a chi c’è, grazie a chi ci sarà.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, erba, albero, cielo, spazio all'aperto e natura
L'immagine può contenere: una o più persone, albero, fiore, erba, pianta, spazio all'aperto e natura
L'immagine può contenere: una o più persone, erba, albero, spazio all'aperto e natura

A Montebelluna per #FridayforFuture

Il Circolo di Treviso di Legambiente è stato invitato al Friday for Future di venerdì 29 novembre 2019 a Montebelluna.
Qui il testo dell’intervento che Antonio Zandonadi del Circolo ha fatto:

Buongiorno a tutti , mi chiamo Antonio e sono qui in rappresentanza di Legambiente .
Legambiente e una delle più grandi organizzazioni ambientali italiane sulla scena dal 1980 e che basa la sua missione sull’am­bientalismo scientifico.
Siamo organizzati in circoli e la provincia di Treviso ne conta 5.
Ogni circolo ha una propria autonomia e oltre ad organizzare le campagne promosse dal nazionale segue i temi legati al territorio, tra i quali:


il consumo di suolo;

l’ampliamento di un impianto per la lavorazione dell’asfalto situato in una cava;

i danni causati dalla monocultura del prosecco con il relativo impatto dei pesticidi, ricordo che Treviso vanta il più alto rapporto di pesticidi per abitante: 4,6 chili contro una media veneta di 3,4;

gli effetti sulle falde acquifere degli inquinanti che percolano dalle cave piene di rifiuti di qualsiasi tipo, un esempio su tutti Cava Morganella Paese, dove il vantaggio economico di pochi ha causato l’inquinamento delle falde acquifere a nord ovest di Treviso.


Ma Legambiente è anche:


Puliamo il mondo, dove assieme ai volontari cerchiamo di restituire dignità a territori degradati;


Piantumazione di territori per ridurre le emissioni di CO2, a tal proposito segnalo che domani a Spresiano ci sarà il primo evento in tal senso e che proseguirà in altri comuni;

gestione di riserve ambientali e fattorie didattiche;

proiezioni di docufilm con lo scopo di denunciare le malefatte e dare speranza di cambiamento;

Comitati scientifici che analizzano lo stato dell’ambiente, dell’energia, ed elaborano proposte su basi scientifiche, non ideologiche.


Questo è parte di ciò che siamo, che facciamo, ma abbiamo bisogno di tutti, di voi in particolare perché siete la speranza di un futuro sostenibile.
Per farcela, dovremo passare attraverso delle rivoluzioni industriali ed agricole che siano in grado di coniugare sostenibilità economica e sostenibilità ambientale, perché in caso contrario ci ritroveremo ricchi, ma senza un mondo in cui vivere.


E qui dobbiamo saper cogliere l’opportunità che la crisi climatica ci offre, migliorare l’ambiente e creare lavoro dove le giovani generazioni sono protagoniste.
Dobbiamo cambiare il modo di pensare delle generazioni come la mia, non più pensare al possesso dei mezzo di trasporto, ma al diritto alla mobilità, il che vuol dire, fare le stesse cose in modo diverso, libero, flessibile.
Avere sempre in mente che tutti gli argomenti, in ambito ambientale, sociologico, ecologico, climatologico e scientifico sono legati tra loro e non possiamo trattarli singolarmente senza pensare alle loro reciproche interazioni.


Non crediate che i cambiamenti climatici, la desertificazione di vaste aree del sud del mondo e l’immigrazione siano disgiunti.
Desertificazione che, anche se sembra impossibile, riguarda anche il nostro territorio.
Le diseguaglianze sono causa di conflittualità tra popoli diversi e tra categorie economiche diverse.
Ognuno può fare qualcosa, poco o tanto, l’importante è che faccia qualcosa, A volte basta poco l’attenzione per il consumo dell’acqua, dell’energia senza fare sacrifici enormi ma solo guardando un’altra faccia dello stesso prisma.
Un esempio? Molti anni fa ero convinto che andare a lavorare in treno anziché in auto non avrebbe salvato il mondo, un amico del WWF mi disse “tu intanto comincia”, aveva ragione!
Da quel momento, ogni volta che faccio qualcosa, penso a l’impatto che genero sul pianeta. Questo non vuol dire che non si può più fare nulla, ma che ci si assume la responsabilità di ciò che si fa e si cercano alternative sostenibili per soddisfare i nostri bisogni.

In tutto questo noi possiamo svolgere un compito importantissimo che è legato alla sopravvivenza e alla qualità la nostra vita, ma solo se sapremo mettere insieme le conoscenze, l’entusiasmo, la speranza.
Partecipate a Legambiente e a tutte le associazioni ambientaliste, contaminatele con il vostro entusiasmo e fate tesoro dell’esperienza, della conoscenza di chi ha nel cuore la nostra madre terra.
Provate a girare il territorio in cui vivete e capirete l’importanza che ha sulla vostra identità culturale, su chi siete.

Monitoraggio dell’aria

Il Circolo Legambiente di Treviso sta predisponendo una iniziativa mirata al monitoraggio della qualità dell’aria, con uso di strumentazione specifica, a partire dal territorio di Spresiano, allo scopo di difendere la salute dei cittadini.

Se sei un/a ragazzo/a e vuoi approfondire le tue conoscenze, acquisire competenze e renderti utile nella tutela dell’ambiente, contattaci al Ns. recapito:

legambiente.treviso@gmail.com

A presto,

Legambiente TV

Puliamo il Mondo 2019 a Treviso

Puliamo il Mondo

prima che sia troppo tardi…

Al mattino ore 9.00 Parcheggio Strada Cisole

Ore 9.00 registrazione partecipanti

Ore 9.30 inizio pulizia del percorso

Ore 12.30 Conclusione pulizia percorso con piccolo buffet.

Al pomeriggio ore 15.15 -Piazzale Chiesa Sant’Ambrogio di Fiera

SASSO, CARTA, PRATO FIERA

Ore 15.45 Partenza passeggiata ecologica alla scoperta del quartiere guidati dalle associazioni del luogo e dagli abitanti

Ore 18.15 Yoga al tramonto in zona Fiera (portarsi il tappetino)

TUTTI POSSIAMO DARE UNA MANO, UNISCITI A NOI!

éco.sònar

.aperitivo musicale per l’ambiente e il clima.

6 – 13 – 20 Settembre 2019 dalle 18.30 alle 21.30


Sta per cominciare èco.sònar, il ciclo di apertitivo in Restera al tramonto. Staremo assieme in nome dell’ambiente e del volontariato. Con noi saranno presenti tante associazioni ma soprattutto sarà un momento per la nostra ZAC di Treviso di informare di cittadinanza attiva e illustrare le proposte di Legambiente di volontariato locale, nazionale ed internazionale.
Vi aspettiamo numerosi!!!

OPEN BAR a 5,00€
(cicchetto/panino “eco-friendly” + bibita/birra/vino biologico = 5,00€)

MUSICA PER L’AMBIENTE E PER IL CLIMA!

OGNI SERA, DUE CONCERTI !
il primo alle 18.30 – il secondo alle 20.30!
dalle 18.30 alle 21.30 si alterneranno due band a serata,
tutte provenienti dalle sale prova del Centro Giovani Roncade, del Progetto Giovani Treviso e di Sound Biagio, che assieme hanno fondato tre anni fa la Larsen – Rete Sale Prova Treviso e Provincia.

Arrivate PRESTO! I concerti iniziano PRESTO! e finiscono PRESTO!

_____________
ven 06 Settembre
✿ SI PARTE!
Presentazione degli aperitivi musicali e delle varie realtà coinvolte per approfondire lo stretto legame tra clima, ambiente e società.

𝐂𝐨𝐧𝐜𝐞𝐫𝐭𝐨 𝐝𝐢:
♫ ore 18.30 SUPERPORTUA
♫ ore 20.30 The Atom Tanks

_____________
ven 13 Settembre
✿ CLIMA E CIBO
Come impattano i cambiamenti climatici sulla produzione e la
disponibilità di cibo, e quanto incidono le nostre scelte alimentari quotidiane.

𝐂𝐨𝐧𝐜𝐞𝐫𝐭𝐨 𝐝𝐢:
♫ ore 18.30 Legendas
♫ ore 20.30 Slane

_____________
ven 20 Settembre
✿ FIUMI DI PLASTICA
Come stanno il fiume Sile e gli altri fiumi d’Italia e del mondo? Attuare buone pratiche per contrastare inquinamento e siccità dalle sorgenti al mare!

𝐂𝐨𝐧𝐜𝐞𝐫𝐭𝐨 𝐝𝐢:
♫ ore 18.30 Seagulls
♫ ore 20.30 Alyeska

contenuti a cura di Legambiente Onlus – circoli del trevigiano (Legambiente Piavenire Legambiente Treviso, Z.A.C.) con i contributi di Fridays For Future Treviso, Greenpeace Gruppo Locale di Treviso, Slow Food Treviso, Organizzazione Aggregata WWF Terre del Piave TV-BL, Ambimente, Larsen – Rete Sale Prova Treviso e Provincia e molti altri gruppi e cittadini!

Presentazione documentario Amaranto

Possiamo ancora decidere
di allineare la nostra intelligenza
a quella della natura.
Joseph Beuys

 10 giugno ore 20.30 al Cinema Edera di Treviso

Serata alla presenza Domenico Maffeo e Bruno Moro (Cohousing Biofattoria Rio Selva).

Amaranto-manifesto-Treviso

Serge Latouche, Helena Norbert-Hodge, Franco Arminio, John D.Liu, Starhawk, Pandora Thomas e Alberto Ruz Buenfil, referenti dei movimenti mondiali in difesa del pianeta Terra, raccontano le emergenze che la società contemporanea si trova ad affrontare.
Sono osservatori attenti e promotori di un immaginario collettivo che ruota intorno al concetto di bene comune; nelle loro parole, accanto alle difficoltà, emerge la possibilità di incidere positivamente sulle sorti della nostra specie e del pianeta.
Amaranto è un racconto in cinque tappe della vita di un essere umano.
I protagonisti sono Verena Schmid, ostetrica promotrice del parto naturale, Franco Lorenzoni, maestro di scuole elementare, Etain Addey, contadina, scrittrice ed esponente del bioregionalismo, Alida Nepa, referente del cohousing San Giorgio di Ferrara e Saviana Parodi, biologa e permacultrice.
Le loro storie offrono lo spunto per riflettere su scelte di vita lontane da quelle convenzionali e più vicine ai reali bisogni dell’essere umano e del pianeta.

 

Le registe Manuela Cannone ed Emanuela Moroni si muovono dal parto naturale al cohousing, dal bioregionalismo alla permacultura fino alla sperimentazione educativa, disegnando una realtà in cui ad ogni essere umano è riconosciuto il proprio valore, dove il senso di comunità riconquista il proprio spazio, ristabilendo la connessione profonda che ci lega alla Natura.
Nascere, conoscere, viaggiare, abitare e rinascere, trovano un nuovo significato attraverso le storie di chi nella vita ha scelto il cambiamento.

L’evento Facebook:

Cambiamenti climatici

CAMBIAMENTI climatici

Cosa sta accadendo al nostro pianeta?

Chiesetta dei Giuseppini

Giovedì 13 giugno – ore 21.00

Via dei Giuseppini – Spresiano

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Relatore: R. Monteduro e alcuni studenti del Liceo delle Scienze Applicate e Istituto Tecnico “ Max Planck”

Entrata libera
Vi aspettiamo !!!