Osservazione dimensionamento volumi PAT Treviso

 legambiente tv

Al Signor SINDACO del Comune di TREVISO

Cà Sugana, Via Municipio,16

31100 TREVISO

Treviso. 7 ottobre 2013

OGGETTO: Osservazione, ai sensi dell’art. 14 ,2° comma della L.R. n. 11 del 23 aprile 2004, al progetto di Piano di Assetto del Territorio (P.A.T.) adottato dal Consiglio Comunale di Treviso con Del. N. 12 in data 19.03.2013.

La sottoscritta Silvana Carchidi in qualità di Presidente del Circolo Legambiente di Treviso, esaminati gli elaborati del P.A.T. adottato, considerato che:

negli Obiettivi e indirizzi strategici del P.A.T., al punto b) si riporta:
“supportare, anche attraverso politiche territoriali coordinate, il raggiungimento di sviluppo capace di preservare le risorse, di tutelare e ridare identità ai luoghi, di intensificare l’uso ed il recupero di attrezzature e infrastrutture esistenti, riducendo l’esigenza di nuova occupazione di suolo, elevando progressivamente la quota di superficie permeabile;”

chiede le seguenti modifiche:

Relazione tecnica:

Pag 73, sesto paragrafo, da riga 23 a riga 29 modificare:

In merito alla stima del fabbisogno, conseguente allo sdoppiamento dei nuclei familiari, è possibile proporre duetrescenari alternativi in relazione a duetrediverse ipotesi sull’evoluzione tendenziale del numero di componenti il nucleo familiare, la prima calcolata sul trend lineare riferito alla media dell’arco temporale a partire dal 1966, pari ad un decremento medio annuo di 0,03 componenti; la seconda calcolata sul trend lineare riferito alla media temporale dell’ultimo decennio pari ad un decremento medio annuo di 0,018 componenti; la terza calcolata sulla proiezione temporale dei trend di decremento per il prossimo decennio, pari ad un decremento medio di 0,01 componenti.

Pag. 73, dopo il decimo paragrafo, dopo riga 34 aggiungere:

Nella terza ipotesi, e cioè con un numero medio di componenti il nucleo familiare

pari a (2,19 – 0,1) = 2,09, l’incremento del numero di famiglie e alloggi è stimabile in

ab. 83.500 /2,09 ab/fam = fam 39.952 – 37.885 = fam. 2.067 nuove famiglie e alloggi a cui vanno sommati quelli derivanti dall’incremento della popolazione pari a: ab 3.500 /2,09 ab/fam 1.675.

In questa terza ipotesi l’incremento dei nuclei familiari, nel decennio è stimabile in

complessive 2.067+1.675 = 3.742* famiglie corrispondenti a circa 7.821 abitanti teorici.

Pag. 75 Al punto12.3 La stima del fabbisogno edilizio residenziale

modificare i numeri alla voce citata e al totale:

per variazione composizione media dei nuclei familiari

(ipotesi minima)

ab. Teorici 7.3514.320

___________________

totaleab. Teorici 12.6179.586

Pag. 75, Al punto 12.4 Parametro edilizio per abitante teorico

Dopo l’ultima riga aggiungere:

Si evidenzia così un surplus di 44 m3/ab tra il parametro attuale derivato dal dato storico/statistico e lo standard prescritto dal comma 8 dell’art. 31 della L.R. 11/04, una riserva di volume a disposizione per le future esigenze abitative, fruibile in caso di significative ristrutturazioni per la dotazione di alloggi della Città, riducendo la necessità di nuove lottizzazioni.

Pag. 76 Al punto 12.5 Stima del fabbisogno edilizio residenziale complessivo

modificare:

Il fabbisogno edilizio residenziale e compatibile con la residenza complessivo per il

prossimo decennio, viene stimato (tenuto conto anche delle attività di quartiere,

strettamente connesse con la residenza, stimate nella percentuale del 15%), in complessivi m32.815.0001.653.585 così determinati:

ab. teorici: 12.6179.586x 194150 m3/ab. x 1,15 = m32.815.0001.653.585 circa.

Dall’analisi del dimensionamento del P.R.G. vigente risulta che la potenzialità edificatoria prevista dallo stesso ammonta a complessivi m32.897.364, dei quali, allo

stato, ne risultano edificati m31.272.910.

La potenziali residua del P.R.G. vigente, che il P.A.T. conferma integralmente, è pari

a m31.620.722, mentre la potenzialità edificatoria aggiuntiva prevista dal P.A.T.

ammonta a m32.815.0001.653.585 –1.620.722 = m31.194.27832.863.

Coerentemente con gli indirizzi del documento preliminare e del rapporto ambientale

preliminare, obiettivo prevalente del P.A.T. è la riprogettazione della città in termini di

sistema urbano intelligente e sostenibile” che la faccia crescere prevalentemente

all’interno dell’urbanizzazione consolidata; conseguentemente, le linee preferenziali di

sviluppo insediativo del P.A.T. sono limitate alle aree di espansione previste dal

P.R.G., non ancora convenzionate.

Cancellare fino a fine pagina 76

Pag. 77 modificare:

TABELLA RIASSUNTIVA CALCOLO FABBISOGNO RESIDENZIALE DELLE FAMIGLIE

Fabbisogno edilizio arretrato:

per eliminazione di sovraffollamento: ab. teorici 1.398

conseguente a condizioni igieniche inadeguate ab. teorici 368

Fabbisogno insorgente:

incremento popolazione: ab. teorici 3.500

disaggregazione nuclei familiari ab. Teorici 7.3514.320

sommano ab. Teorici 12.6719.586

attività di quartiere connesse alla residenza (+15%) ab. Teorici 1.893 1.438

totale abitanti teorici ab. Teorici 14.51011024

popolazione residente al 31.12.2011 n° 83.504

popolazione teorica aggiuntiva prevista dal P.A.T. 14.51011.024

popolazione totale prevista n° 98.014

parametro edilizio medio per abitante m3/ab 194

fabbisogno residenziale complessivo stimato dal P.A.T. M32.815.0001.653.585

capacità residua P.R.G. m31.620.722

previsione P.A.T. al netto della capacità residua P.R.G. M31.194.27832.863

Norme di Attuazione

Tavole di progetto

In fede

Firma Silvana Carchidi

Annunci

2 thoughts on “Osservazione dimensionamento volumi PAT Treviso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...